L’Esistenza che rimane è il nuovo singolo di Marco Guella

“Guardami, sono qui, tra le stelle e tra le mani // trovi qui, solo tu, il chiarore dell’esistenza che rimane” 

Disponibile su tutte le principali piattaforme di streaming musicale, L’Esistenza che rimane è il nuovo singolo di Marco Guella registrato e arrangiato da Luigi Montalbano insieme a Carlo Gargano (mix e master) per l’etichetta More Than Indie Records (Mir Sicily).

Dopo Crederai e Nuovo Diario, Marco Guella lascia che in un nuovo gioco tra bianco e nero melodie e ritmi del reggae si intreccino alle sonorità pop tipiche del cantante siciliano nativo di Giuliana, che scatta così un’istantanea e fissa le lancette dell’orologio sull’importanza di vivere il presente senza perdersi in mille pensieri, senza il condizionamento di paure del futuro o dei traumi del passato.

La canzone si può infatti considerare una sorta di dialogo intimo e allo specchio tra l’autore e il proprio Io, una riflessione sull’esistenza e sull’essenza che però si apre anche all’ascoltatore attraverso la musica.

Particolare la genesi della canzone: «L’esistenza che rimane è uno dei primi brani che ho composto – commenta Marco Guella -. Mi ricordo con precisione ancora quel giorno: stavo salendo le scale con un passo quasi zoppicante, stanco tanto a livello personale ma anche di sentire ossessivamente le persone attorno a me che si lamentano della propria vita. Arrivato al pianoforte, suono un motivo che riproduce esattamente quel passo che avevo fatto poco prima sulle scale. In quel momento mi balena in mente la strofa che apre la canzone: Puoi essere chiunque vuoi far credere, ma se non credi più niente che cosa pensa la gente?. Una frase e un motivo musicali che mi sono rimasti in mente per anni, fino a quando non ho terminato insieme al produttore Luigi Montalbano (Mir Sicily) il brano».

 «Per quanto riguarda invece le sonorità – conclude – ho insistito nel voler mettere una componente reggae. Avevo un umore, “un mood” che esprimevo già col mio corpo, col passo con cui mi muovevo per casa, e lo volevo tradurre anche in musica. In particolare provavo una tristezza, mista alla rabbia, nel vedere tanta omologazione – da qui il riferimento nel testo al prodotto da bancone – sensazioni che poi ho rielaborato nella canzone con un pizzico di ironia».

MARCO GUELLA – BIOGRAFIA

La musica non ha barriere e così anche lo stile di Marco Guella, cantante capace di unire in maniera originale diversi generi, dal musical al pop, spaziando per il soul e le canzoni dei grandi cantautori italiani.

Cresciuto a Giuliana, in provincia di Palermo dove è nato nel 1992, Marco viene influenzato dagli studi in conservatorio del fratello, avvicinandosi alla musica con particolare interesse per il pianoforte e la fisarmonica. Mentre studia per diventare geometra, come musicista si affaccia al rock ed entra a far parte di diverse band in qualità di tastierista e cantante. Così, all’età di sedici anni, Marco inizia a scrivere e comporre canzoni dando vita a diverse collaborazioni con diversi artisti del territorio.

Tra le esperienze dettate dai vari contest, palchi e serate hanno avuto un ruolo importante anche le partecipazioni ad Area Sanremo, Castrocaro, Iband, Je so pazzo e le masterclass con i più importanti esponenti del contesto musicale italiano.

Parallelamente alle prime esperienze con le band, Marco intraprende inoltre gli studi, specializzandosi nel 2018 sulla stesura di brani dal carattere personale e diplomandosi a cavallo tra il 2020 e il 2021 presso l’Accademia Musica Moderna.

Nel 2021, tramite @astudio.21 e il distaccamento siciliano di More Than Indie Records (MIR) Sicily guidato da @luigi.montalbano.10, verrà pubblicato il singolo “Tu sei!”, seguito dall’Ep “Nuovo Diario” e dai singoli “Corse e rincorse” e “Crederai”