Intervista tripla a U’Lione, Egiuann e Dj Razac per il nuovo singolo “I Have a Dream”

Oggi una tripla intervista qui su Fuori La Scatola. Diamo infatti il benvenuto a U’ Lione, Egiuann e DJ Razac che oggi ci parleranno del nuovo lavoro “I have a Dream”. Benvenuti ragazzi. “I have a dream” è un progetto che trascende il semplice divertimento musicale e si concentra su questioni sociali più profonde. Come pensate che la musica possa essere un veicolo per l’attivismo e il cambiamento sociale? E nello specifico, quale è il messaggio di questo pezzo?

U’LIONE: Ciao a tutti e ben ritrovati agli amici di Fuori La Scatola. Ritengo che la musica possa incidere significativamente su un sano attivismo di cambiamento sociale proprio perché è la forma artistica fruibile e fruita da tutti, capace di arrivare a ogni persona indistintamente dall’età anagrafica. Nel momento in cui le persone sono capaci di emozionarsi ed essere per così dire “segnati” dall’ascolto di una canzone, allora si è raggiunto l’obiettivo. Nello specifico per I HAVE A DREAM, io che ho scritto e interpretato il testo, ho focalizzato l’attenzione ai vari aspetti che a 360° riguardano il vivere al giorno d’oggi analizzando argomenti pungenti in modo diretto e cinico di cui tutti ne abbiamo la piena consapevolezza ma che si preferisce non parlarne.

Dj Razac: Bella lì, la musica è da sempre un mezzo di comunicazione importantissimo, penso che in questo brano Leonardo aka U’ Lione si sia messo a nudo sia nella veste artistica che in quella di padre. Purtroppo musicalmente parlando negli ultimi anni sono arrivati troppi esempi sbagliati, prodotti discografici che non hanno fatto altro che diffondere messaggi che non hanno portato a niente di buono, infatti I Have A Dream parla appunto di questo, apparire in questo tempo ha una valenza maggiore dell’essere! Siamo nell’era del narcisismo che attribuisce importanza al successo e al denaro, e se non sei al passo con questi trend sei socialmente squalificato.

Egiuann : E’ un piacere ritornare sui vostri canali e ricevere questo tipo di domande! Vendendo dalla vecchia scuola e conoscendo bene da dove e come e’ nata la musica rap e’ inevitabile pensare che ogni canzone debba avere un messaggio, uno stimolo per l’ascoltatore, una denuncia! E’ il frutto anche di maturita’ ed esperienza di vita !

Qual è stata la vostra più grande speranza o aspettativa per “I have a dream” quando avete iniziato a lavorarci ?

Egiuann : La canzone e’ nata nei primi mesi del 2023. In realta’ dopo l’uscita di “E’ COSI’ CHE GIRA” e grazie ai tanti apprezzamenti ricevuti abbiamo voluto consolidare e rimarcare lo stile Boom Bap che ci accomuna. Ecco la mia speranza e’ risvegliare tutte le teste hip hop e far capire che questo sound non e’ passato, e’ presente e vibra ancora!

U’LIONE : Per me avendone steso la scrittura sicuramente quello di sensibilizzare le persone ad essere maggiormente unite attraverso rapporti sani, ad amarsi in modo sincero tralasciando talvolta tanti rancori che potrebbero nascere, vista l’incertezza dei giorni d’oggi. Questi sono i presupposti affinchè qualcosa possa cambiare, partendo dal piccolo, poiché siamo noi che facciamo la società, da qui quindi l’affermazione “I have a dream”.

Dj Razac: Da sempre musicalmente parlando la mia più grande aspettativa e speranza per ogni brano è quella di trasmettere le vibes, non importa se a 10 o 10.000 persone, l’importante è prendersi bene, lo stesso vale per I Have A Dream.

Vogliamo chiedere ad ognuno di voi 3 un’aggettivo per questa canzone. Mi raccomando, diverso…

U’LIONE:Pungente

Egiuann : classic shi*

Dj Razac: Bomba a mano

Come nasce l’idea di questa tripla collaborazione? È nato prima il pezzo o la voglia di partecipare tutti e 3 ?

U’LIONE : Tutto è partito dal testo, da questa idea o meglio, esigenza personale di voler esprimere determinati concetti. Sapientemente raccolti dal produttore Egiuann che ha tirato fuori una produzione possente, in puro stile Rap “classic” alla quale infine abbiamo deciso di aggiungere la collaborazione di Dj Razac che è entrato in campo con le sue idee e in modo potente, così è uscito il progetto definitivo di I have a dream

Dj Razac: Egiuann mi inviò la demo del brano per chiedermi degli interventi sul ritornello e sull’outro, mi presi bene un casino! Il brano è stato concepito con l’idea di unire le nostre skills.

Egiuann : Appena ascoltai il provino pensai : questo pezzo deve avere gli scratch!! La cosa piu’ figa, dopo i vari provini lavorati a distanza, e’ stata incontrarci nel mio studio tutti e tre. In una sola giornata abbiamo fatto tutte le sessioni di recordings, che abbiamo pure pubblicato in un video session sui social, e la cosa piu’ bella e’ stata l’armonia e la spensieratezza che abbiamo respirato insieme, lavorando e vivendo i valori dell’hiphop!

Nel mondo della musica, spesso ci sono stereotipi e pregiudizi nei confronti degli artisti hip hop. Avete mai affrontato sfide o ostacoli a causa di tali pregiudizi? E come pensate che la vostra musica possa sfidare o superare tali stereotipi?

U’LIONE: Nei primi anni sicuramente ne abbiamo affrontati di pregiudizi. Il Rap era di nicchia ed eravamo visti come dei “fuori luogo”. Personalmente la cosa che mi inorgoglisce è che siamo ancora quà nonostante l’età anagrafica ormai non più giovanissima. Alla soglia dei 45 anni credo che siano l’esempio e il coraggio la testimonianza del superamento di certi stereotipi. Il Rap, e più in generale l’Hip Hop è una cosa seria, basta vederne le origini.

Egiuann: Personalmente e artisticamente non mi faccio condizionare ne’ dai pregiudizi ne dagli stereotipi. Penso che se una forma d’arte ti sta dando beneficio, e hai la convinzione che stai facendo la cosa giusta, nessuno puo’ e deve fermarti! Poi il mondo e’ vario e piu’ che stereotipi mi preoccuperei di alcune distorsioni, ma questo e’ un’altro discorso.

Dj Razac: Il mondo del rap è pieno di pregiudizi e stereotipi, nel mio piccolo cerco volare controcorrente e non è affatto facile, penso che i modo giusto per superare questa sfida sia quello di uscire fuori dagli schemi e continuare a fare quello che ti fa stare bene, puoi non ascoltare ma non puoi cancellare ed è solo amore se amore sai dare!

Come nostro solito lasciamo l’ultimo spazio dell’intervista ai nostri ospiti. Potete ora lanciare un vostro messaggio o rispondere alla domanda che avreste voluto ma nonù vi è stata fatta!

Egiuann: Non voglio essere melodrammatico ma , una domanda che mi frulla alcune volte nella testa e che qualche volta mi viene fatta e’ : … ma chi te lo fa’ fare ? Io rispondo e mi rispondo, io non faccio hip hop, io sono hip hop!! Lo sono e lo saro’ anche quando pubblico musica di altro genere, quando sto in mezzo alle persone e come educo i miei figli!! E’ mentalita’!

U’LIONE: Io preferirei mandare un esortazione. Viviamo sempre attraverso l’esempio di azioni concrete e oneste avendo il coraggio di dire quello che si pensa e la verità, senza soccombere alle pressioni del giudizio altrui. Se ognuno guarda dentro di sé è consapevole che nessuno è nelle condizioni di poter giudicare un’altra persona. Uno degli aspetti affinché qualcosa possa cambiare e si possa andare nella giusta direzione.

Dj Razac : Ci sono periodi in cui accendo raramente il giradischi, lo osservo mentre prende la polvere. Di recente dopo aver passato l’ennesimo periodo nò, mi sono posto una domanda “Perché non vendi tutto per investire in altro?” Effettivamente non ho più la fotta di qualche anno fa ma,penso ai sacrifici fatti, alle notti insonni, all’amore verso questa cultura. Purtroppo a Benevento, dove vivo, non c’è nessuno con cui allenarsi o potersi confrontare per crescere musicalmente. Spero di riuscire a trasmettere questa passione a mio figlio, ha una buona mano ogni tanto lo lascio smanettare sui piatti e vedo che la sua curiosità verso lo scratch sta crescendo.

CONTATTI

U’ LIONE

INSTAGRAM

YOUTUBE

EGIUANN

INSTAGRAM

SPOTIFY

DJ RAZAC

INSTAGRAM

SPOTIFY

JAYWORKMUSIC

INSTAGRAM

ED MUSIC RECORDING

INSTAGRAM

DAZE

INSTAGRAM